siamo tutti un po’ pedofili

Non sappiamo la cifra esatta dei bambini scomparsi in Europa o in Italia. Madeleine McCann non è certo l’unica, ma di lei si continua a parlare morbosamente anche in Italia, che con l’Inghilterra e il Portogallo (dove è scomparsa) c’entra poco.
Per lei si sono mosse anche le celebrità. Perchè è bella, è così bella che sembra una bambola, una modella in miniatura.
E il piccolo Tommaso Onofri? ricordate i servizi? Era un bambino bellissimo, si diceva.
Del caso di Cogne ci si ricorda a stento del nome della vittima, del resto Annamaria Franzoni era di per sè già abbastanza attraente.
Nei giorni scorsi il New York Times ha pubblicato una foto (di Paolo Roversi) di una modella diciassettennte che sfila a seno nudo.
Il caso Garlasco intanto è a una svolta; Alberto Stasi avrebbe ucciso perchè Chiara voleva parlare ai genitori della presunta ossessione del ragazzo per il porno e la pedopornografia.
Il caso di Perugia, con Meredith e Amanda Knox è invece un caso di teen-sex.
Hanno ragione Vespa e Mentana: il caso di Garlasco interessa perchè coinvolge persone normali, come noi… come i media. Persone semplici come i giornalisti: pedofili.
La bellezza vende sempre, non importa se mischiata alla morte o ai bambini. Il giornalismo ci insegna questo quotidianamente.

I media poi influenzano la polizia; il popolo vuole risolvere i casi delle persone più belle.
Tutto sommato chissenefrega di salvare una persona brutta, bambina o adulta che sia?

siamo tutti un po’ pedofiliultima modifica: 2007-12-22T14:41:15+01:00da myenvy
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento