c’è movimento intorno a Reese Witherspoon

Questa settimana si fa un gran parlare di Reese Witherspoon.
Tutto è cominciato quando ha dichiarato a InStyle Magazine che il suo fidanzato Jake Gyllenhaal è un grande cuoco e che hanno una fattoria con i polli e le carote. E’ sulla copertina del numero di novembre quindi significa che sta facendo qualcosa.

La talentuosa attrice di Walk the Line, martedì scorso (foto sopra) era al Gala dell’Avon Foundation for Women al Cipriani di New York. Hanno raccolto 2 milioni di dollari per combattere il cancro al seno in tutto il mondo: “Come donna, madre e membro onorario della Avon Foundation, sono orgogliosa di dare il mio appoggio a questa causa”. Trovare i fondi è stato molto facile: hanno fuso gli orecchini di Reese Witherspoon.

La mattina successiva, la spiritosa Reese è stata ospite della seguitissima trasmissione popolare Good Morning America per promuovere la sua nuova fragranza di Avon: In Bloom.
“Mi sento molto forte e indipendente, e così felic, così piena di vita. In Bloom cattura veramente queste emozioni. E’ molto sensuale, romantico e seducente”, ha dichiarato.
Secondo una nostra fonte avrebbe aggiunto che la tipa di Mediashopping le fa una pippa.

Sempre mercoledì, nel pomeriggio, Avon e Reese hanno celebrato il lancio di questa nuova fragranza a Times Square. Reese Witherspoon ha tenuto a precisare a People che il profumo ha l’odore di sua madre e sua nonna. Se la vostra ragazza si metterà questo profumo penserete tutti alla nonna di Reese Witherspoon

Ma passiamo a qualcosa di più frivolo…

Leggiamo su Hollywood Reporter che Reese Witherspoon sarà presto al lavoro in veste di produttrice e attrice in Rule #1, un film su una donna di New York che diventa amica di una ragazza portoricana affetta da un disturbo da deficit d’attenzione.
Reese dovrebbe essere anche la protagonista del secondo film di Glenn Ficarra (I Love You Phillip Morris, uscita USA febbraio 2010).

c’è movimento intorno a Reese Witherspoonultima modifica: 2009-10-30T20:35:57+01:00da myenvy
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento