Grande Fratello 10 ci prova col triangolo ma non decolla

Dopo quattro puntate molto negative, ieri sera Grande Fratello 10 ha toccato i 6 milioni di spettatori, senza una contro-programmazione per lo stesso target di pubblico da parte delle altre reti, ha fatto molto meno di una puntata di Un medico in famiglia (Rai Uno) che superava i 7 milioni senza problemi.
Per la puntata di ieri, che era cruciale (non c’era più Un Medico in famiglia), Grande Fratello 10 aveva preparato tutto al meglio: un presunto caso di violenza sulle donne, un transessuale in nomination, un triangolo amoroso tra una donna e due amici con falsità e tradimenti alle spalle, due nuove storie (la settimana prima avevano fatto entrare due attori programmati per accoppiarsi), una storia accennata tra un omosessuale e un eterosessuale.
Sarebbe stato un successo se la puntata avesse superato almeno i 6 milioni e mezzo.
In pratica non ha decollato né in negativo andandosene definitivamente affanc-lo e né in positivo.

Comunque…
Bisogna che qualcuno accompagni fuori via da Cinecittà questa ragazza: Veronica Ciardi (foto sopra).
Non sta bene.
Che reciti una parte o che sia così di suo, ha bisogno di aiuto.
Se recita le serve un corso di italiano. Se è così di suo ha bisogno di un esorcista.
Però trattatela bene: prima di buttarla via fatele fare un porno-calendario.

Grande Fratello 10 ci prova col triangolo ma non decollaultima modifica: 2009-12-01T13:49:00+01:00da myenvy
Reposta per primo quest’articolo

6 pensieri su “Grande Fratello 10 ci prova col triangolo ma non decolla

  1. Sei milioni di lobotomizzati: quando si critica il GF, dicono di pensare alla fame nel mondo, a fare volontariato, ma non si rendono conto che pure la tele-lobotomia è un problema psicologico che stanno sottovalutando e negando di avere e che se non corrono ai ripari avrà delle conseguenze non indifferenti (tipo la promulgazione di leggi razziali verso chi non ha la quarta di tette, il nasino all’insù, le labbra a canotto e la taglia 40, nonché verso chi possiede un reddito inferiore a un milione di euro l’anno).

Lascia un commento