anche la spia russa che hanno arrestato a Manhattan faceva cose zozze

Quel “top secret” sulle poppe è un vero tocco di giornalismo di classe.

Avrete letto sui giornali che la scorsa settimana a Manhattan hanno arrestato una ventottenne chiamata Anna Chapman, detta “la rossa”, o Anya Kuschenko. Era pagata dai servizi segreti russi per fare la spia.

Dal 2002 al 2005 è stata sposata con un uomo britannico che dice di non essersi mai accorto di convivere con una spia, però – per rendersi utile – ha venduto al New York Post degli scatti erotici della sua ex moglie, che definisce una vera ninfomane.
E’ tutto molto romantico.
Non abbiamo capito quanto dovrebbe fregarcene che questa Anna “la rossa” si facesse le foto zozze. E’ ovvio che per entrare nelle stanze del potere bisogna essere maiali, non c’era mica bisogno di prove fotografiche.

Inoltre, siamo d’accordo che chi fa la spia non è figlio di Maria, ma non è giusto diffondere foto private in questo modo.
A noi rompono il c**zo se postiamo la foto di una piazza, e poi i giornali seri pubblicano inutili foto zozze private come se niente fosse, senza rispetto per nessuno.
Non è giusto. Anche perché è ingeneroso per il lavoro di questa ragazza che si faceva un c*lo così per trasmettere ai russi segreti americani importanti, mica ca**i pizza e fichi.

anche la spia russa che hanno arrestato a Manhattan faceva cose zozzeultima modifica: 2010-07-06T09:35:00+02:00da myenvy
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “anche la spia russa che hanno arrestato a Manhattan faceva cose zozze

Lascia un commento