Del Piero ha risposto alla storia dei pass ZTL

Leggiamo sul Corriere che il Sap, sindacato autonomo di polizia, si è arrabbiato perché il calciatore Alessandro Del Piero ha chiesto dei pass per le zone a traffico limitato di Torino.
A noi fa sempre piacere quando le forze dell’ordine se la prendono con i vip però è anche giusto sentire la campana dei vip.
Ieri sera Del Piero ha lasciato un messaggio su Facebook:

In merito ad alcune notizie diffuse da organi di stampa nella giornata di oggi, riguardanti la mia richiesta di “sette pass per la Ztl (zona traffico limitato) della città di Torino”, desidero sottolineare che i contenuti di tali articoli non corrispondono alla verità e che delineano un’arroganza che non ritengo caratterizzi la mia persona.
Infatti, da quando ho avuto la fortuna di diventare padre, ho dovuto cercare di tutelare me e la mia famiglia per evitare di trovarmi di fronte a situazioni sgradevoli con i bambini presenti. A tale proposito in un paio di episodi è stata messa in pericolo la sicurezza dei miei figli.
Ho presentato quindi, in momenti diversi seguendo le indicazioni di addetti ai lavori, richieste per poter accedere a vie di fuga da utilizzare in casi di emergenza come quelli sopracitati. E’ una questione di sicurezza e incolumità personale, mia e della mia famiglia.
Ho fatto domande regolari, che qualunque cittadino aventi le esigenze di sicurezze citate può fare. Nessuna scorciatoia, nessuna via preferenziale, nessuna pressione.

Alessandro Del Piero

Ha ragione Del Piero.
Metti caso che tua moglie sta passeggiando in centro insieme ai bambini e un tifoso comincia a insultarla… voi non vorreste prendere la macchina per andare a investirlo senza pagare una multa?
Noi sì. Chissà cosa si prova ad investire i tifosi gratis.
Ma sarebbe una responsabilità troppo grande e forse è meglio lasciare un simile privilegio ai vip.

Del Piero ha risposto alla storia dei pass ZTLultima modifica: 2011-02-03T09:00:00+01:00da myenvy
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento