Mike Stock ha torto sui video p*rno soft

Avrete saputo che alcuni giorni fa un noto discografico inglese, Mike Stock, ha dichiarato al Daily Mail che il 99% della musica attuale che va in classifica è pop e r’n’b, e che il 99% dei video pop e r’n’b sono puro porno soft.
Ha criticato cantanti come Lady GaGa e Britney Spears dicendo che i loro video spinti che passano in televisione a volte non c’entrano niente con i testi delle canzoni, e che a volte anche i testi sono troppo spinti per il pubblico giovanile a cui sono rivolti.
Questa cosa potrebbe creare danni alla psiche delle giovani menti che ascoltano questa musica. Ammesso che le giovani menti che ascoltano questa musica abbiano una psiche.

Innanzitutto non capiamo come abbia potuto permettersi di criticare Britney (la deve lasciare stare) ma, ad ogni modo, Mike Stock ha torto. Le canzoni dei video musicali porno soft che passano in tv non hanno i testi.
O almeno noi non ci abbiamo mai fatto caso.

Come? Alejandro di Lady GaGa ha un testo? Oh, caz*o… dev’esserci partito l’udito.
E Video Phone di Beyoncé? Pure? Oh, m*rda… ma in quale punto del video, esattamente?

Mike Stock ha torto sui video p*rno softultima modifica: 2010-08-19T23:53:00+02:00da myenvy
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Mike Stock ha torto sui video p*rno soft

Lascia un commento